Play: Per sempre bambino


Eventi

« < Dicembre 2017 > »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono dell'utilizzo dei cookie per migliorare la user experience. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

    Leggi Privacy Policy

    Leggi e-Privacy Directive Documents

PDF Stampa E-mail

“ Ho toccato il fondo del mare “


Ho toccato il fondo del mare
per salvare l’anima da un lento scivolare
ho toccato il fondo del mare
per immergere il mio corpo in tiepide dimore
ho toccato il fondo del mare
per bagnare le mie mani intrise di sudore
ho toccato il fondo del mare
per riempire i vuoti che rallentano il mio respirare
e correre…

ho toccato il fondo del mare
per coprire la mia maschera di vile traditore
ho sfiorato il fondo del mare
ho rischiato di affogare senza fiato, senza sole
ho sfidato il fondo del mare
sono stato risucchiato dalle rapide piu’ nere
ho gridato dal fondo piu’ fondo del mare
nessuno piu’ mi puo’ sentire e vado
su, giu’  su, giu’  su, giu’  su, giu’  su  su  su  su  su…..

se mai mi respirerai
di bianco vestito il mio spirito intrepido
navigherai
se puoi tienilo al caldo di un fuoco che sete non ha
libra le tue ali al vento
sollevami da un tormento che pace non da’
che passa e va,  che passa e va,  che passa e va
su, giu’  su, giu’  su, giu’  su, giu’

ho toccato il fondo del mare
per dimenticare il caldo che mi vuole soffocare
ho spiato il fondo del mare
ho tessuto ragnatele, ho tramato il mio dolore
ho sfregiato il fondo del mare
sono stato risucchiato dalle onde sue piu’ scure
ho implorato dal fondo piu’ fondo del mare
per poi riuscire a risalire ancora
su, giu’  su, giu’  su, giu’  su, giu’

se mai mi respirerai
di bianco vestito il mio spirito intrepido
navigherai
se puoi tienilo al caldo di un fuoco che sete non ha
libra le tue ali al vento
sollevami da un tormento che pace non da’
che passa e va,  che passa e va,  che passa e
se mai mi respirerai